Mongolia - Termini e condizioni di viaggio

Procedure burocratiche

La Trekkingworld può provvedere alla regolarizzazione e all’ottenimento di tutti i documenti per la Mongolia.
dove è necessario il passaporto valido e il visto.
Per l’ottenimento del visto l’ambasciata richiede un formulario da riempire, 2 foto, il tempo necessario per tali documenti sarà di circa 15 giorni lavorativi dalla richiesta .

-I documenti richiesti per fare domanda del visto mongolo sono i seguenti :

- PASSAPORTO ORIGINALE
- 2 FOTO TESSERA
- FORMULARIO DA RIEMPIRE

Sarà necessario avere in nostro possesso 40 giorni prima della partenza il vostro passaporto originale e la documentazione sopra citata per l’ottenimento del visto.
Non ci sarà bisogno alcuno qualora i clienti ritenessero opportuno sbrigare tali pratiche burocratiche senza il nostro aiuto.

Modalità di pagamento e prenotazioni

All’ atto della prenotazione verra’ richiesto il versamento dell’importo pari al 20 % dell’intero viaggio che in caso di disdetta non sarà restituito.
Il viaggio si ritiene prenotato solo ad avvenuto ricevimento di tale somma. La Trekkingworld inviera’ una e-mail di conferma per l’avvenuto versamento e conseguente spedizione di tutti i documenti al cliente
Il limite massimo per il versamento dell’anticipo sarà 60 giorni prima della partenza e saranno effettuati tramite bonifico bancario.

Periodo consigliato

Per quanto riguarda la Mongolia il periodo migliore va da Luglio a tutto Settembre, ovvero quando il clima si presenta più mite specialmente per i turisti europei. E’ possibile però organizzare viaggi anche nel periodo invernale, tenendo presente le temperature del rigido inverno mongolo.
Il periodo estivo è abbastanza frequentato dai turisti provenienti da tutte la parti del mondo, cosa che non succede nel periodo invernale.

Notizie utili

Il Naadam
E’ l’evento più importante dell’anno in Mongolia, si tiene in Luglio nella capitale Ulaan Baatar, che viene vissuto come una sorta di olimpiadi nomadi.
Le sue origini risalgono ai ritrovi dei nomadi e alle rappresentazioni di caccia messe in atto dagli eserciti mongoli.
Sono tre gli sport principali del Naadam, il wrestling, il tiro con l’arco, e infine le corse con i cavalli.

Come spostarsi

In Mongolia ci sono soltanto 1600 km di strade asfaltate per cui tutti gli spostamenti procedono con un po’ di lentezza, considerando anche lo stato delle strade.
Ci sono mezzi pubblici, ma usufruirne richiederebbe molto tempo perché spesso sono mezzi precari e poco affidabili sugli orari. Per cui si consiglia di rivolgersi sempre ad agenzie specializzate che hanno mezzi propri.
L’unica tratta di treno è la Transmongolica che la attraversa da Nord-Ovest a Sud-Est arrivando fino a Pechino.

Pernottamenti

La varietà di alloggi nella capitale Ulaan Baatar è molto diversa da tutto il resto del paese. Si può spaziare da camere comuni tipo dormitorio, alle guest house, agli alberghi, ai grandi hotel.
Inoltre si trovano dei campi turistici sparsi su tutto il territorio mongolo , una sorta di campeggio molto simpatico adibito solo ai turisti, dove gli alloggi sono in “ ger “ , le tipiche tende, con comodi letti all’interno e stufa al centro.
Sono molto simili a quelle dei nomadi mongoli , ma appositamente attrezzate per i turisti con ristorante, lenzuola, acqua calda, docce e servizi igienici.
Un’altra alternativa possibile è quella di una tenda e fare campeggio, anche perché molto spesso in zone meno turistiche è difficile in un solo giorno fare trasferimenti da un campo turistico all’altro viste le distanze da percorrere e le strade che non permettono spostamenti veloci .

La ger

Sono quelle tende bianche rivestite di feltro o pelli di pecora disseminate su tutto il territorio mongolo, dove vivono i nomadi .
La struttura è fatta con stecche di legno pieghevoli, rivestite con alcuni teli o pelli , una costruzione che permette ai nomadi di montare e smontare velocemente favorendo così i loro 3-4 spostamenti all’anno per seguire i pascoli per gli animali.
Al centro di solito si trova una stufa , che nella steppa viene alimentata in mancanza di legna con sterco di yak essiccato.
Nella parte destra si trova cucina solitamente gestita dalle donne, di fronte il reparto notte, e sulla sinistra uno specchio con le varie attrezzature da bagno.
Possono sembrare fragili , ma sono incredibilmente robuste per sopportare i forti venti della steppa mongola.

Il territorio mongolo

E’ un territorio vastissimo, circa 5 volte l’Italia, caratterizzato a sud dal deserto di Gobi e steppe desertiche , a nord fitte foreste siberiane e a ovest si estende la catena montuosa degli Altai per finire con una infinita steppa pianeggiante a est.
L’elevazione della Mongolia è una delle più alte al mondo ( 1500 mt di media ) con una densità si popolazione di 1,52 abitanti per kmq.
Ci sono 1600 km di strade asfaltate che partono dalla capitale nelle varie direzioni , il resto sono tutte piste. Il clima è decisamente continentale , la luce è molto forte e l’umidità non esiste , e non a caso è chiamata “ la terra dei cieli blu” .
Durante l’anno l’escursione termica è molto alta infatti si possono raggiungere i 40° nel deserto di Gobi in estate e i – 40° nelle montagne degli Altai in inverno.